La simbologia nascosta nell’opera di Leonardo da Vinci

Un suggestivo appuntamento, di grande spessore culturale e artistico, dedicato a scoprire “La simbologia occulta nelle opere del grande Leonardo da Vinci” ha accolto un numeroso pubblico di appassionati e non, sabato 13 aprile alle 18.00 nel Giardino di Villa Bertelli.

Evento promosso da Giulio Garsia di San Paolo Invest, dalla Fondzione Villa Bertelli e da Prosperitas.it.

La storica dell’arte e scrittrice Francesca Rachel Valle in un’appasionata conferenza ha svelato sorprendenti segreti, anche inediti, al grande pubblico, prendendo in esame alcuni dipinti iconici della storia dell’arte, come La Gioconda e L’Ultima Cena.

Non solo. ha parlato anche del linguaggio segreto legato allo studio della geometria sacra e all’importanza del numero nella sua correlazione con la natura.

Un viaggio a ritroso nel tempo per ritrovare una figura storica, che ha determinato un cambiamento epocale nella ricerca e nella cultura in genere.

A cinquecento anni dalla morte, continuano ancora oggi le scoperte sulle opere di Leonardo, che, attraverso una simbologia nascosta, non rispecchiano la natura tout court, ma celano messaggi legati alla sua infinita ricerca.

Il ruolo dell’investitore ed i compiti del Consulente (seconda puntata)

Il quadro è di Fernand LEGER, 1881-1955 : I COSTRUTTORI.

Questo articolo si propone di aiutare la comprensione dei meccanismi che sono dietro la costruzione e la modifica di un Asset Allocation (AA) nel risparmio gestito.

Possiamo dire che un AA si costruisce agendo su tre leve con diverso potenziale di influire sulla performance. Eccole in ordine di importanza: la prima è la scelta di distribuire pesi tra mercato monetario e/o liquidità, mercato obbligazionario e mercato azionario; la seconda è usata per individuare l’area geografica, il settore merceologico e la scadenza, se si tratta di obbligazioni; la terza si limita a selezionare il singolo titolo.

La responsabilità di intervenire sulle tre leve, presuppone la disponibilità di diversi tipi di informazioni e può essere, o meno, ripartita fra tre soggetti: il gestore, il consulente ed il risparmiatore. Può essere utile spendere due parole per descrivere i primi.

Leggi tutto “Il ruolo dell’investitore ed i compiti del Consulente (seconda puntata)”

Cosa può succedere all’euro?

Edwin Thomas Roberts (1840-1917): A casa sani e salvi. Ci sarà un approdo sicuro per la valuta unica?

 

Brevi cenni storici. Le aspettative di chi vorrebbe star fuori. Le risposte di chi crede nell’euro. Quello che, comunque succederebbe subito (e su cui le due parti sono d’accordo ! ). Cosa dovrebbe accadere perché la valuta unica possa andare avanti e quali sono i problemi italiani da affrontare sia fuori che dentro la valuta unica. Cosa determina lo spread.

Come sappiamo l’euro è nato, per i mercati finanziari, il primo gennaio del 1999 ed è entrato nelle tasche degli italiani tre anni dopo. Alla partenza i partecipanti erano 12, attualmente è usato da 19 dei 28 Paesi aderenti all’Unione Europea ossia da più di 340 milioni di persone. Ne sono fuori la Danimarca, l’Inghilterra, la Svezia, la Polonia, la Romania e altre nazioni dell’Europa orientale.

Leggi tutto “Cosa può succedere all’euro?”